Quando stai vendendo casa, non stai vendendo metri quadri, ma sogni e desideri.

Ecco come calcolare il miglior prezzo di vendita per la tua casa, facendo in modo che sia credibile e convincente agli occhi dei potenziali acquirenti.

Ti sei mai chiesto perché solo una piccola parte delle case sul mercato viene venduta rapidamente e al prezzo richiesto? Molti venditori si affidano semplicemente alla speranza, ma la speranza da sola non è sufficiente. Ciò che serve è una strategia concreta per assicurarsi di non svendere la proprietà, e idealmente, vendere in tempi ragionevoli.

Sarebbe ideale rendere il prezzo di vendita della tua casa convincente per i potenziali compratori, vero? Sembrerebbe un obiettivo difficile, ma esiste un metodo pratico che puoi adottare per determinare un prezzo di vendita accurato o per verificare se l’agenzia a cui ti sei affidato stia proponendo un prezzo che potrebbe ostacolare la vendita.

Mentre un prezzo troppo alto può indurre l’acquirente a considerare altre opzioni, sorprendentemente, anche un prezzo troppo basso può avere lo stesso effetto, poiché susciterà sospetti di possibili problemi non dichiarati. Entrambi gli scenari tendono a deviare l’attenzione del tuo acquirente verso altre proprietà.

È essenziale avere le seguenti informazioni per stabilire un prezzo adeguato:

A) Le vendite recenti di proprietà simili.

B) L’attuale offerta di case comparabili sul mercato.

C) Il numero di potenziali acquirenti interessati a una proprietà simile alla tua.

Tuttavia, molti venditori determinano il prezzo basandosi su dati incompleti o irrilevanti, come:

– Impressioni personali o desideri, come “il vicino ha venduto per 100.000 euro, quindi devo chiedere lo stesso”.

– Stime online, che stanno diventando sempre più popolari ma purtroppo inaffidabili.

– Valutazioni professionali, che sono utili in diversi contesti (mutui, divisioni ereditarie, liti legali, ecc.), ma non necessariamente per la vendita di una casa.

Queste valutazioni spesso si basano su dati come quelli dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate (OMI), che registra una media delle vendite includendo tutti i tipi di abitazioni senza distinzione per condizioni, disposizione interna, anno di costruzione, esposizione e altri dettagli cruciali.

Ecco tre errori comuni da evitare nella valutazione:

1. Confrontare la tua casa solo con altre simili superficialmente.

2. Misurare personalmente la casa per assicurarti che i dati siano precisi.

3. Valutare la casa non solo per come appare attualmente, ma considerando come potrebbe essere migliorata.

Procediamo con tre passaggi pratici per determinare il prezzo:

1. Anche se limitato, utilizza l’OMI per ottenere una panoramica generale, specialmente utile in aree con poche vendite annuali.

2. Raccogliere dati sulle transazioni recenti simili tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate o altri servizi online.

3. Analizzare le offerte attuali di case comparabili tramite i principali portali immobiliari.

Adottare questi passaggi ti aiuterà a stabilire un prezzo realistico e attraente, aumentando le probabilità di vendere la tua proprietà rapidamente e senza necessità di negoziare eccessivamente sul prezzo.

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.